IT|EN|FR

Telecabina Champoluc-Crest

Anche questa scommessa è stata vinta! 

Complimenti a tutti gli operatori che quest’estate si sono impegnati nella realizzazione di quest’opera.

3 maggio 2018 – 7 dicembre 2018. Questo il tempo per smantellare il vecchio impianto e consegnare alla Monterosa Spa la nuova telecabina Champoluc-Crest.

Apre oggi la nuova telecabina Champoluc-Crest che collega il paese di Champoluc (Ayas – Valle d'Aosta) al villaggio del Crest, punto di partenza rinomato per raggiungere il comprensorio del Monterosa Ski. Dal soleggiato Crest si sviluppano impianti di risalita e tracciati che collegano la Val d'Ayas con Gressoney-La-Trinité e Alagna Valsesia in Piemonte, formando così il famoso comprensorio 3 valli sci ai piedi del Monterosa Ski.

I lavori sono stati realizzati dal raggruppamento di imprese LEITNER ropeways (lavori funiviari) – COGEIS SPA e IVIES SPA (Lavori civili).

I lavori hanno interessato non solo il rifacimento della linea, ma anche le stazioni di valle e di monte. Un investimento che comprende la realizzazione di un'area polifunzionale nella stazione di valle, in cui trovano posto le biglietterie e gli uffici amministrativi della Monterosa Ski, oltre alla partenza dell'impianto stesso; l'ingresso è posto a livello strada, andando così ad integrarsi con il piano urbano dove si trovano le attività commerciali del paese. La stazione di monte è invece posizionata in modo tale da creare un'area di interscambio con la telecabina Crest-Alpe Ostafa III. Ci saranno inoltre i nuovi uffici della Scuola Sci Champoluc e un kinderheim.

La precedente linea è stata interamente smantellata. La nuova linea è leggermente ruotata verso nord e sarà allungata di qualche decina di metri per permettere di collegarsi con la stazione di partenza dell’impianto soprastante Crest – Alpe Ostafa III.

La linea dell’impianto è molto articolata, si sviluppa in terreno difficile e risulta per la maggior parte irraggiungibile da normali mezzi meccanici; a tal proposito sono stati necessari importanti lavori per garantire l’immunità dei sostegni dal pericolo di crolli, ed è stato costruito un sentiero di soccorso che permette di superare le asperità del terreno. Di più, sono state adottate dal punto di vista funiviario tutte le precauzioni per avvicinarsi al concetto di “soccorso integrato” al fine di limitare se non escludere le possibilità di soccorso aereo. 

 

Per approfondire: www.champoluccrest2018.com

 


Torna all'archivio